Padre Daniele Badiali

...ogni giorno partirò!

Home nè bisaccia nè bastone

né bisaccia né bastone

Carissima, arrivando qui in Perù mi è subito entrata nel cuore la sofferenza di tanta gente povera, rimasta senza casa e senza raccolto per le piogge troppo forti.
Anche le nostre case di San Luis sono gravemente danneggiate, il taller è pressoché inutilizzabile, come se fosse venuto un terremoto.
Così, nonostante siamo qui ad aiutare la povera gente, il Signore che ha fatto il cielo e la terra, ci toglie tutto, anche la casa dove poter accogliere tanti bambini poveri.
Lui ci ha dato tutto e ci può togliere tutto, per servirlo non dobbiamo portarci dietro né bisaccia né bastone.
Non dobbiamo contare sulle nostre forze, ma solo nella sua misericordia.
Così anche con la casa in pericolo continuiamo ad accogliere i bambini, gli oratoriani, e finché il Signore ci dà vita dobbiamo sempre ringraziarlo per tutto quello che ci dà, anche delle prove difficili.
Ti ricordo con tanto affetto insieme a tutta la tua bella famiglia, non dimenticatemi nelle preghiere.

Un abbraccio caro
P. Daniele
(S. Luis, 10/03/1994)